Una crescita importante per tutti gli elettori che cercano una strada alternativa moderata e civica per essere rappresentati

“A pochi mesi dal voto, abbiamo scelto di costituire un polo popolare con Forza Italia, il più importante movimento politico che in Italia si richiama alla grande famiglia del Partito Popolare Europeo” . Con queste parole Andrea Costa, Consigliere regionale e presidente di Liguria Popolare ha annunciato l’alleanza elettorale tra le due liste. Sono contento di questa scelta che abbiamo compiuto e che dimostra come Liguria Popolare sia cresciuta rafforzandosi come punto di riferimento per quei moderati che, con buon senso ed equilibrio, mirano a risolvere i problemi e costruire soluzioni per un futuro migliore. In questi anni, abbiamo avvicinato tanti liguri a cui non interessano le polemiche e questa alleanza è un modo per dare più credibilità al centro destra portando nel prossimo consiglio regionale una rappresentanza più ampia.

“Nasce un laboratorio che serve per recuperare i valori di provenienza cattolica e liberale, in un’area che ha sofferto a causa di una perdita di riferimenti politici e che deve mirare a rappresentare quel oltre 30% di indecisi che si manifestano in ogni sondaggio” è il commento di Francesco De Simone – ex vice presidente del Consiglio Regionale – che aggiunge “dobbiamo mirare a trasmettere quella Democrazia e moderazione che spesso viene dimenticata nella dialettica politica contemporanea”.

Penso che la condivisione del simbolo nella scheda elettorale esprima con chiarezza una collaborazione paritetica e che sancisca l’innegabile contributo che Liguria Popolare può dare attraverso la serietà, l’impegno e la competenza di chi vi si riconosce. La nostra vocazione è quello di soggetto civico e anche questo è un importante contributo che portiamo nell’alleanza elettorale con Forza Italia che dà più forza a un’offerta politica che, con i suoi alleati della Lega e di Fratelli d’Italia, vuole rappresentare un’alternativa alla sinistra ma realmente e autenticamente moderata. Ci chiamiamo Popolari perché non abbiamo paura di richiamarci al buonsenso del Popolo e alle sue tradizioni. Ci piace proporre soluzioni pratiche, non ideologiche. Siamo sicuri di che questa scelta ci porterà ad un maggior radicamento e ad una crescita della capacità di rispondere alle attese della comunità mantenendo la nostra identità.