Per favorire lo sviluppo delle aree interne

La possibilità di vivere il territorio in cui abitiamo, e che abbiamo scelto come casa per le nostre famiglie, richiede una costante attenzione affinché la politica e le istituzioni operino per migliorarne costantemente la qualità della vita. La proposta di legge per pianificare interventi regionali per favorire lo sviluppo delle aree interne presentata da Liguria Popolare mira innanzitutto a ripopolare l’entroterra e a favorire l’apertura di nuove attività commerciali.

La strada per il recupero delle aree interne passa necessariamente da una ristrutturazione conservativa del nostro entroterra. Serve porre attenzione nella cura e nella messa in sicurezza del territorio anche attraverso la manutenzione e potenziamento delle infrastrutture e della viabilità. Servono investimenti e incentivi significativi per promuovere attraverso la digitalizzazione e le nuove tecnologie relative al risparmio energetico, un’economia circolare che sappia sfruttare e mettere a sistema tutte le risorse dell’entroterra.

L’obiettivo della proposta di legge  è quello di promuove interventi volti a dare nuova linfa vitale ai piccoli Comuni dell’entroterra ligure, per rivitalizzarne l’economia e così valorizzarne lo sviluppo economico, sociale, ambientale. Vogliamo incoraggiare il ritorno o la nuova permanenza nei piccoli comuni attraverso misure di incentivazione della residenza con l’istituzione del reddito di residenza attiva, per tutti quei giovani che vogliono trasferirsi lì e iniziare una nuova attività. Questo darebbe vita a un circolo virtuoso: recupero degli immobili esistenti, messa in sicurezza del territorio, riduzione del rischio idrogeologico, rilancio dei centri storici e degli antichi borghi, miglioramento della qualità della vita degli abitanti. In questo i piccoli Comuni sono chiamati a una collaborazione con la Regione: possono infatti individuare zone nelle quali realizzare interventi integrati pubblici e privati finalizzati alla riqualificazione urbana e, soprattutto, alla messa insicurezza del territorio. Per un entroterra più vivibile e attrattivo, ma anche più sicuro.